Cari partigiani, non serviva stravolgere l’inno di Mameli

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×

CLICCA QUI PER LEGGERE L'ARTICOLONon è la prima volta che qualcuno cambia le parole dell’inno di Mameli. Ma a far sentire i migranti italiani quanto noi ci aveva già provato qualcun altro con un’altra canzone
di Antonio Gurrado
Tratto da Il Foglio del 7 dicembre 2016

RASSEGNA STAMPA DI OGGI